Cos’è l’entusiasmo?

Incontenibile spinta ad agire e operare dando tutto sé stesso

https://www.google.it/search

Quando ci entusiasmiamo?

A volte ci entusiasmiamo quando siamo in procinto di imbarcarci in un progetto… L’euforia deriva dall’idea di come saranno le cose dopo che avremo raggiunto l’obiettivo. Purtroppo questa emozione è spesso una sciagura che ci lascia distrutti tra progetti incompiuti, aspirazioni abbandonate e addirittura relazioni naufragate.

https://www.amazon.it/allazione-psicologia-giapponese-smettere-rimandare/dp/8844048035

Perché l’entusiasmo svanisce con il passare del tempo?

Perché è così che funziona la mente. Associa l’esaltazione alla “novità”, e una cosa è nuova solo in un primo momento. Poi ci abituiamo all’oggetto, alla persona o all’ambiente e smettiamo di essere elettrizzati.

Ci emozioniamo all’idea di imbarcarci in un nuovo progetto, che quasi sempre si rivela più difficile e più complicato del previsto, e a poco a poco possono subentrare stanchezza, confusione o frustrazione, che vanno a sostituire l’entusiasmo iniziale.

https://www.amazon.it/allazione-psicologia-giapponese-smettere-rimandare/dp/8844048035

Chi è il responsabile di questo fallimento?

In questo caso il colpevole non è tanto l’emozione in sé quanto la sua perdita, che ci spinge a rinunciare alla realizzazione dei nostri sogni, gli stessi che un tempo ci elettrizzavano. Se in un primo momento l’entusiasmo ci induce ad agire, la sua scomparsa ci porta non di rado a desistere.

https://www.amazon.it/allazione-psicologia-giapponese-smettere-rimandare/dp/8844048035

Che cosa facciamo quando l’entusiasmo ci abbandona?

Molto accantonano il progetto al quale si erano dedicati e cercano qualcos’altro… Modifichiamo le circostanze, ma non affrontiamo il problema alla radice, perciò ci limitiamo a metterci in fila per ricominciare lo stesso giro.

https://www.amazon.it/allazione-psicologia-giapponese-smettere-rimandare/dp/8844048035

Cosa dobbiamo fare per risolvere il problema?

Dobbiamo smettere di associare questa emozione alla tenacia indispensabile per passare all’azione.

https://www.amazon.it/allazione-psicologia-giapponese-smettere-rimandare/dp/8844048035

Cosa ci da la costanza e la determinazione?

La tenacia non è data dall’entusiasmo, ma dalla passione che mettiamo in ciò che facciamo.

La passione permette di fare tre cose:

  1. Stimola la curiosità
  2. E’ coinvolgente
  3. Fa perdere il senso del tempo

https://www.mauriziodalsanto.com/ci-vuole-passione-cose-la-passione-e-come-trovare-la-tua/

 

Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0

Cos’è la rabbia?

La rabbia è un sentimento primordiale, di base, che è determinato dall’istinto di difendersi per sopravvivere nell’ambiente in cui ci si trova. Quindi, possiamo dire che la rabbia inizialmente ha una funzione adattiva.

https://www.stateofmind.it/2015/02/rabbia-emozioni/

 

Perché ci arrabbiamo?

Chiaramente, numerosi sono i motivi per cui è possibile perdere la calma, per esempio quando consideriamo un’altra persona responsabile per averci procurato un danno, un fastidio; oppure, se non dovessimo trovare un responsabile diretto è possibile arrabbiarsi con se stessi.

https://www.stateofmind.it/2015/02/rabbia-emozioni/

 

La rabbia e lo stress

L’autocontrollo risente dello stress. Questo perché funziona come una riserva limitata di energia, che si consuma e che deve essere rigenerata. Così, se la nostra forza di volontà è già stata messa alla prova (ad esempio, dopo un periodo di superlavoro per rispettare una scadenza), diventa difficile restare padroni di sé e non resistere a qualche tentazione.

https://www.focus.it/comportamento/psicologia/a-che-cosa-serve-la-rabbia

 

Come gestire la rabbia

La verità di fondo sta nel fatto che il conflitto è in noi e attorno a noi. È quindi indispensabile imparare a gestire il conflitto in modo efficace nel nostro ambiente.

In altre parole assertività.

è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore.

Sun Tzu evidenzia nel suo manuale 5 elementi fondamentali:

  1. Tao: potremmo definirlo il nostro mission statement, che definisce il chi siamo, cosa facciamo e perché lo facciamo. L’insieme di aspirazioni, azioni e comportamenti che ci fanno avere una visione chiara di noi stessi
  2. Clima: al di là delle condizioni meteorologiche più adatte per ogni battaglia, il clima sta a simboleggiare le grandi strutture universali che non possiamo controllare ma delle quali dobbiamo imparare ad accettare le coincidenze, cogliendone le opportunità.
  3. Terreno: questo terzo punto rappresenta i limiti. Le condizioni ambientali che l’esercito deve tener conto per la sua sopravvivenza o morte. I nostri limiti ci ricordano che non siamo onnipotenti. Ed è un bene. Il problema è che da essi nasce la nostra insoddisfazione. Ci sentiamo frustrati perché ognuno di noi ritiene se stesso un essere speciale non capito dal mondo circostante.
  4. Comando: è la nostra leadership, ovvero le qualità insite in noi. Nell’Arte della guerra, un generale doveva possedere saggezza, rettitudine, umanità, coraggio e severità che potremmo intendere come integrità morale.
  5. Dottrina: per Sun Tzu corrisponde a gerarchia, logistica, strategia. Noi potremmo vedere la dottrina come metodo; ossia l’insieme dei mezzi e strumenti con i quali decidiamo di gestire i nostri rapporti interpersonali in maniera consapevole.

https://www.linkedin.com/pulse/larte-della-guerra-gestione-del-conflitto-e-michela-crisci

 

Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0

Cosa significa la parolaCrisi”?

Benjamin Zimmer ha percorso a ritroso la storia di “weiji” (il termine che cinese che significa “crisi”) nell’inglese, addirittura fino a un editoriale anonimo in un giornale per missionari in Cina. L’uso del termine, però, ha probabilmente guadagnato la sua importanza quando John F. Kennedy tenne un discorso a Indianapolis il 12 aprile 1959 nel quale disse:

“Scritta in cinese la parola crisi è composta di due caratteri.

Uno rappresenta il pericolo e l’altro rappresenta l’opportunità”.

 

Kennedy utilizzava questa frase regolarmente nei suoi discorsi ed in seguito Richard M. Nixon e altri lo fecero nuovamente. L’uso è stato adottato da consulenti finanziari e oratori motivazionali e ha guadagnato grande popolarità nelle università e sulla stampa popolare.

Alcuni linguisti hanno attribuito il successo di questa cattiva interpretazione al fatto che si tratta di un facile strumento retorico a portata di mano al quale può essere attribuito il senso di “chiamata alle armi” in chiave ottimistica.

https://it.wikipedia.org/wiki/Wēijī

Il jī di wēijī, infatti, significa qualcosa come “momento incipiente; punto cruciale (quando qualcosa comincia o si cambia).” Così, un wēijī è infatti una vera crisi, un momento pericoloso, il momento in cui le cose iniziano ad andare storto. Un wēijī indica una situazione pericolosa, nella quale uno dovrebbe essere particolarmente cauto. Non è un momento in cui uno va in cerca di vantaggi e benefici. In caso di crisi, uno vuole soprattutto salvare la propria pelle e il collo! Qualsiasi aspirante guru che sostiene opportunismo a fronte di crisi dovrebbe essere cacciato

http://pinyin.info/chinese/crisis.html

 

Quali sono le cause di una crisi

  • Crisi da inefficienza

L’efficacia indica la capacità di raggiungere l’obiettivo prefissato, mentre l’efficienza valuta l’abilità di farlo impiegando le risorse minime indispensabili. Efficacia ed efficienza sono concetti molto importanti nel mondo del lavoro ed in generale nella pianificazione e nel controllo di qualsiasi attività.

https://www.arcanetwork.it/it-it/efficienza-ed-efficacia-significato-e-differenze.aspx

 

Nell’area commerciale l’inefficienza è causata dall’esistenza di una sproporzione tra i costi di marketing e i costi sostenuti per la creazione e la gestione delle reti di vendita,da un lato, e i risultati che ne sono derivati, dall’altro.

http://www.dse.univr.it/documenti/OccorrenzaIns/matdid/matdid540706.pdf

 

  • Crisi da sovra capacità/rigidità

Ciò può essere causato da un eccesso di capacità produttiva rispetto alle possibilità di collocamento sul mercato; solitamente la sovra capacità per una singola azienda si collega a una sovra capacità a livello dell’intero settore.

http://www.dse.univr.it/documenti/OccorrenzaIns/matdid/matdid540706.pdf

 

Una crisi da rigidità può essere dovuta inoltre a uno sviluppo dei ricavi inferiore rispetto alle attese oppure a un aumento dei costi non controbilanciato da corrispondenti variazioni dei prezzi che sono soggetti a controllo pubblico.

http://www.dse.univr.it/documenti/OccorrenzaIns/matdid/matdid540706.pdf

 

  •  Crisi da decadimento dei prodotti e da carenze ed errori di marketing

Se il prodotto non risulta più attraente agli occhi dei consumatori si ha conseguentemente una perdita delle quote di mercato

http://www.dse.univr.it/documenti/OccorrenzaIns/matdid/matdid540706.pdf

 

Il declino e la crisi possono inoltre essere dovuti ad errori di marketing che si traducono in un mix di prodotti errato non in grado di soddisfare le esigenze della clientela target

http://www.dse.univr.it/documenti/OccorrenzaIns/matdid/matdid540706.pdf

 

  •  Crisi da incapacità di programmare, da errori di strategia e da carenza di innovazione

La carenza di innovazione è riferita all’incapacità di sviluppare nuove idee

http://www.dse.univr.it/documenti/OccorrenzaIns/matdid/matdid540706.pdf

 

L’incapacità di programmare è riferita sia alla mancanza di abilità nell’adattare le condizioni della gestione alle variazioni dell’ambiente esterno sia alle difficoltà di predisporre dei programmi a lungo termine individuando con precisione gli obiettivi da raggiungere.

http://www.dse.univr.it/documenti/OccorrenzaIns/matdid/matdid540706.pdf

 

  •  Crisi da squilibrio finanziario

Gli squilibri finanziari si possono tradurre in una grave carenza di mezzi propri, in una marcata prevalenza dei debiti a breve termine rispetto ai debiti a medio/lungo termine.

In limitate o nulle riserve di liquidità, in scarsa capacità di contrattare le condizioni del credito e, nei casi più gravi, in difficoltà nel rispettare i pagamenti alle scadenze definite.

http://www.dse.univr.it/documenti/OccorrenzaIns/matdid/matdid540706.pdf

Come prevenire una crisi
Definisci cosa vendi.

La prima cosa da fare durante la costruzione di un’azienda (piccola, media o grande che sia), è certamente quella di definire e catalogare con la massima chiarezza i prodotti offerti di modo che nessuno possa fraintendere il tuo operato.

https://www.danea.it/blog/gestione-aziendale-consigli-pmi/

 

Prepara un Business Plan realistico.

Ragiona per obiettivi da raggiungere nel tempo con scadenze specifiche e fai una previsione realistica dell’andamento finanziario che ti permetta di coprire tutte le spese necessarie al pieno sviluppo aziendale.

https://www.danea.it/blog/gestione-aziendale-consigli-pmi/

 

Occupati delle questioni burocratiche.

Qualsiasi sia il percorso burocratico da seguire, accertati sempre di non commettere errori, perché rischi di incorrere in sanzioni salate.

https://www.danea.it/blog/gestione-aziendale-consigli-pmi/

 

Scegli la banca giusta

Se vuoi sperare di poter gestire la tua impresa in una condizione di piena efficienza finanziaria, prima di affidarti ad uno specifico istituto di credito, devi individuare e selezionare con attenzione quello in grado di offrirti le condizioni migliori

https://www.danea.it/blog/gestione-aziendale-consigli-pmi/

 

Trova istituzioni che propongono supporto alle PMI

A livello locale, regionale e nazionale esistono svariate istituzioni ed iniziative dedicate al sostegno finanziario (e non solo) delle piccole imprese.

https://www.danea.it/blog/gestione-aziendale-consigli-pmi/

 

Dai referenze

Hai già tra le mani diversi clienti soddisfatti del tuo operato? Stila una lista e convincili a farti pubblicare nel tuo sito web le loro testimonianze, cosicché tutti possano constatare l’effettiva qualità dei servizi-prodotti offerti.

https://www.danea.it/blog/gestione-aziendale-consigli-pmi/

 

Resta sempre aggiornato.

Se vuoi gestire un’impresa competitiva, devi fare tutto il possibile per restare sempre informato sulle ultimissime novità del tuo settore lavorativo

https://www.danea.it/blog/gestione-aziendale-consigli-pmi/

 

Crea sinergie con altre imprese

Anche se non fanno proprio parte del tuo settore di appartenenza, fai il possibile per stringere legami con altre piccole imprese locali, andando a creare una solida rete di collaborazione assieme ai rispettivi titolari.

https://www.danea.it/blog/gestione-aziendale-consigli-pmi/

 

Organizza e pianifica

Uno dei consigli migliori quando si parla di gestione aziendale è quello di essere sempre sistematicamente organizzati

https://www.danea.it/blog/gestione-aziendale-consigli-pmi/

 

Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0
Chi è Daniel Goleman?
Daniel Goleman (Stockton, 7 marzo 1946) è uno psicologo, scrittore e giornalista statunitense. Ha studiato all’Amherst College. Si è laureato ad Harvard, specializzandosi in “psicologia clinica e sviluppo della personalità”, dove successivamente ha pure insegnato. A lungo ha scritto sul New York Times di temi concernenti la neurologia e le scienze comportamentali. L’opera più conosciuta di Goleman è “Intelligenza emotiva” (Emotional Intelligence) del 1995.

Cos’è l’intelligenza emotiva?

L’intelligenza emotiva viene definita come la capacità di un individuo di riconoscere, di distinguere, di etichettare e di gestire le emozioni proprie e degli altri.

A cosa serve l’intelligenza emotiva?

L’intelligenza emotiva permette di gestire le proprie emozioni e quelle degli altri allo scopo di raggiungere determinati obiettivi

Tratto da: https://www.my-personaltrainer.it/benessere/intelligenza-emotiva.html

I 5 componenti dell’intelligenza emotiva

 

  1. Autocoscienza:

    L’autocoscienza è definibile come l’attività riflessiva del pensiero con cui l’io diventa cosciente di sé, attività riflessiva da cui si può avviare un processo di introspezione rivolto alla conoscenza degli aspetti più profondi dell’essere.

    Tratto da: https://it.wikipedia.org/wiki/Autocoscienza

  2. Autocontrollo:

Galimberti (1992, 120) descrive l’autocontrollo come la “capacità di dominare, selezionare, coordinare o inibire i propri affetti, desideri o pulsioni affinché la propria condotta non pregiudichi il raggiungimento di una o più mete considerate altamente desiderabili per sé”.

Tratto da: http://web.tiscali.it/aipre/autocontrollo.htm

 

  1. Motivazione:

La motivazione è l’espressione dei motivi che inducono un individuo a compiere o tendere verso una determinata azione. Da un punto di vista psicologico può essere definita come l’insieme dei fattori dinamici aventi una data origine che spingono il comportamento di un individuo verso una data meta; secondo questa concezione, ogni atto che viene compiuto senza motivazioni rischia di fallire.

Tratto da: https://it.wikipedia.org/wiki/Motivazione_(psicologia)

 

  1. Empatia:

L’empatia è la capacità di comprendere appieno lo stato d’animo altrui, sia che si tratti di gioia, che di dolore. Il significato etimologico del termine è “sentire dentro”, ad esempio “mettersi nei panni dell’altro”, ed è una capacità che fa parte dell’esperienza umana ed animale.

Tratto da: https://it.wikipedia.org/wiki/Empatia

  1. Competenza sociale:

La competenza sociale è la competenza psicologica, relazionale e comunicativa, legata all’adeguata comprensione ed utilizzo, da un punto di vista cognitivo, affettivo e funzionale, delle regole di interazione sociale.

Tratto da: https://it.wikipedia.org/wiki/Competenza_sociale

Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0
Se è vero che dobbiamo sempre avere degli obiettivi chiari, è altrettanto palese che sia necessario trovare quotidianamente gli stimoli per andare avanti. Questa è una cosa molto importante perché troppo spesso definiamo solo il nostro percorso a lungo termine senza pensare che per arrivarci dobbiamo necessariamente vivere tutti i giorni che ci separano da quello.
Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0
Per noi venditori è molto importante definire a priori quali sono i nostri obiettivi. Dobbiamo farlo perché senza di questi è come andare per mare privi di mappa e soprattutto senza avere un porto in cui dirigerci. Non è necessario avere le idee chiare nei minimi particolari, anche se sarebbe meglio, ma dobbiamo almeno aver definito per bene ciò che vogliamo fare e soprattutto come farlo.
Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0
Noi venditori dobbiamo sempre fare in modo di controllare lo stress perché rappresenta uno dei nostri più grandi nemici. Quando siamo stressati perdiamo la lucidità e questo a lungo andare diventa un grosso limite. Dobbiamo dunque imparare a usare il nostro tempo e le nostre energie in modo tale da poter gestire al meglio anche le situazioni più delicate.
Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0
Per vendere bisogna condurre la trattativa. Ovviamente potremmo anche aspettare che sia il cliente a decidere di comprare ma non staremmo più facendo il nostro lavoro. Questo, spesso, è il più grande limite per i venditori poco esperti che lasciando la trattativa in mano al cliente rimangono in balia degli eventi. Dobbiamo sempre ricordarci che per condurla dobbiamo essere noi a fare le domande, perché diversamente faremo semplicemente la parte degli spettatori.  
Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0
Per vendere bisogna condurre la trattativa. Ovviamente potremmo anche aspettare che sia il cliente a decidere di comprare ma non staremmo più facendo il nostro lavoro. Questo, spesso, è il più grande limite per i venditori poco esperti che lasciando la trattativa in mano al cliente rimangono in balia degli eventi. Dobbiamo sempre ricordarci che per condurla dobbiamo essere noi a fare le domande, perché diversamente faremo semplicemente la parte degli spettatori.  
Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0
Per vendere bisogna condurre la trattativa. Ovviamente potremmo anche aspettare che sia il cliente a decidere di comprare ma non staremmo più facendo il nostro lavoro. Questo, spesso, è il più grande limite per i venditori poco esperti che lasciando la trattativa in mano al cliente rimangono in balia degli eventi. Dobbiamo sempre ricordarci che per condurla dobbiamo essere noi a fare le domande, perché diversamente faremo semplicemente la parte degli spettatori.  
Credits:
Artist:
Jesse Spillane
Album:
Art Of Presentation
Tracks:
01. Half Hearted Revolution
02. Cake or Pie
03. Molten Snow
04. Crap Transition
05. No Disclaimer
06. Meerkats in Love
07 Sinking Feeling
08. Smiles
09. Arecibo Message
10. Number 0