fbpx

Canale telegram

https://t.me/latrattativa

Contatto Telegram

@giorgiodonadini

Cicerone: L’arte di comunicare. Puntata N°5

Cicerone - L'arte di comunicare - Puntata 5

Nella puntata di oggi parliamo della differenza tra comunicare e ragionare. Per farlo vedremo quali sono le basi del ragionamento, i suoi principi logici e perché il buon senso, in tutto ciò, ricopre un ruolo fondamentale.

Comunicare e ragionare

  • Chi mira a esprimersi in modo eccellente non deve soltanto possedere quella capacità che gli è propria, vale a dire parlare con scioltezza e facilità, ma anche impossessarsi di quella affine e in un certo senso contigua che è l’arte di ragionare. Sebbene una cosa sia la discussione, un’altra il discorso, e l’atto di parlare non coincida necessariamente con l’esprimersi in modo eloquente, tuttavia entrambe le abilità rientrano in quella più generale di saper trattare un argomento
  • D’altra parte
    • la tecnica della discussione e la capacità di dibattere appartengono specificamente all’arte del ragionamento,
    • mentre l’abilità di tenere un discorso in modo eloquente rientra nell’arte di comunicare

Le basi del ragionamento

  • Per essere un valido oratore bisognerà dunque conoscere
    • il significato originario dei termini, i diversi usi che se ne fanno e i tipi di parole, sia prese singolarmente, sia accostate tra di loro;
    • sapere inoltre in quante maniere possa essere espresso un concetto, su che basi si possa distinguere tra il vero e il falso,
    • che cosa derivi da una determinata premessa,
    • che cosa sia conseguente e che cosa contrario a un’affermazione; e siccome molte cose vengono dette in modo ambiguo, si dovrà sapere anche come e che cosa sia opportuno distinguere e chiarire

Alcuni princìpi logici

  • Un valido oratore deve avere chiaro
    • che cosa dire,
    • quanto
    • e in che modo.
  • Le prime due abilità sono importanti per conseguire il generale apprezzamento ma sono soprattutto necessarie, oltre che comuni a molte altre attività mentali.
  •  Infatti reperire gli argomenti e scegliere come organizzarli sono funzioni essenziali, quasi come l’anima per il corpo, e appartengono all’intelligenza, prima ancora che all’arte retorica

Il buon senso

  • Il fondamento dell’eloquenza, come di tutte le altre cose, è il buon senso; in un discorso, così come nella vita, niente è più difficile quanto capire che cosa sia appropriato. Questo concetto, che i Greci chiamano “Prepon” e che in latino è definito “Decorum”, merita un’attenzione particolare: trascurandolo, si compiono errori non solo nella vita, ma molto spesso anche nella letteratura e nell’arte della comunicazione
  • Per ogni fase del discorso, come in ogni situazione dell’esistenza, bisogna saper valutare quale sia la cosa più appropriata: e ciò dipende dall’argomento che è in discussione e dal tipo di persone che parlano e che ascoltano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su pocket
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Controlla la mail. Ti ho inviato il link per il download

Buona lettura