fbpx

Ciao, oggi parleremo di “Call To Action”, cioè dell’invito all’azione che dobbiamo sempre usare all’interno della nostra comunicazione. Con questo intendo dire che sarebbe giusto usare le CTA anche nelle varie fasi della vendita anche al di fuori del web.
In realtà le CTA sono nate ben prima del web e sono usate da sempre anche nel marketing tradizionale. Per avere un’idea più precisa di ciò ci cui sto parlando oggi vedremo cos’è una CTA, quando dobbiamo usarla e capiremo la sua utilità.
Nella seconda parte vedremo anche le tipologie di CTA che possiamo usare, come dobbiamo strutturarle perché abbiano successo e dove dobbiamo posizionarle. Faremo infine una piccola carrellata con alcuni esempi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su telegram
Condividi su email

Fonti

Autori

Cos’è una CTA

La Call to action è un invito a compiere una determinata azione, identificabile come messaggio testuale univoco e veicolato attraverso un bottone o un widget.

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

Quando serve

ogni strategia di marketing non può prescindere da una call to action

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

Tradizionalmente, le call-to-action (CTA) fanno parte della pubblicità tradizionale e del marketing anche di carattere Outbound. Traducibili con "chiamate all'azione", esse non sono altro che delle frasi esortative, corredate da un segno grafico o da un'intonazione della voce che le distinguono dal resto del flusso di informazioni

https://www.dmep.it/inboundmarketing/creare-call-to-action-efficaci

Qual è la sua utilità

Qualunque sia l’obiettivo di marketing alla base di una CTA – dall’acquisizione di lead alla ricezione di una donazione, fino all’acquisto online – è bene talvolta distinguere il processo di conversione dell’utente in più fasi, ciascuna contraddistinta da un preciso valore aggiunto.

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

Le tipologie di CTA

Ogni website ha una propria call to action primaria: dal classico “registrati” a forme sempre più complesse di coinvolgimento degli utenti…

…esistono tuttavia ulteriori azioni che rientrano nella definizione di call to action secondaria, quali l’invito alla lettura di un articolo, cioè un’azione che richiede all’utente uno sforzo minore, ma non per questo priva di valore.

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

La call to action positiva, che poi è quella che dovremmo prediligere, racchiude un importante beneficio. Ma non un beneficio qualunque: un beneficio appetibile per il nostro pubblico (Non perdere le migliori promozioni del mese, Sì, voglio davvero dimagrire!)

La call to action neutra è quella che non parla né di benefici né di sforzi particolari per ottenere questo o quel vantaggio. L’esempio classico di CTA neutra è “Clicca qui” o “Scopri di più”

la call to action negativa, chiamata così perché mette al primo posto l’azienda e i suoi interessi e solo in ultima battuta il lettore (Acquista ora il videocorso, Iscriviti alla nostra newsletter)

https://www.digitalic.it/internet/call-to-action

Com’è strutturata una CTA

Una CTA è composta da una parte copy e una visual e ognuna di esse ha un impatto diretto sulle conversioni nonostante abbiano ruoli diversi.

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

La parte visual

Il visual è un fattore chiave essenziale per una call to action di successo, anzi, nella maggior parte dei casi ne costituisce l’elemento identificativo per eccellenza

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

La parte copy

Una call to action efficace deve descrivere chiaramente il motivo per cui un utente dovrebbe essere indotto a compiere l’azione desiderata ricorrendo così ad un copy persuasivo, chiaro e fondato su una richiesta univoca

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

La posizione ideale

se il prodotto/offerta è molto semplice e l’utente non deve compiere grandi ragionamenti per l’acquisto, allora posizionare la call to action above the fold è la scelta migliore; se il prodotto/offerta è complesso e l’utente deve apprendere molte informazioni per compiere una decisione consapevole, posizionare la call to action below the fold è la scelta migliore

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

Il modo per creare una CTA di successo

• Coerenza tra adv e lanidng page ( font, messaggio, colori)
• Forte ed evidenziata USP ( Unique Selling Proposition)
• Utilizzo di feedback/testimonianze • Utilizzo di Live Chat per supporto

https://it.quora.com/Qual-è-la-chiave-del-successo-per-una-“landing-page”

• Il termine “Gratis”, infatti, cattura immediatamente l’attenzione
• dai del tu e chiedi di essere seguito in modo informale, costruendo così un rapporto di familiarità e fiducia
• un’altra ottima strategia è permettere che si testi il prodotto o il servizio

https://www.dmep.it/inboundmarketing/creare-call-to-action-efficaci

Sicuramente testare i visual e i copy più efficaci mettendo a confronto diverse soluzioni visive e testuali, sperimentando i diversi posizionamenti all’interno della pagina e facendo attenzione alle combinazioni di parole, è una pratica che dovrebbe riguardare ogni aspetto specifico di una strategia di marketing

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

Tipologie di CTA

Ogni strumento utilizzato per fare marketing ha una propria call to action con specifiche caratteristiche e specifiche funzioni:

• Attraverso l’inserimento di una call to action all’interno di una landing page
• Inserita all’interno di un sito web
• alla fine di un post come invito a commentare o iscriversi a una newsletter
• come banner contenente una call to action nella sidebar
• come call to action slide in meno invasiva di un pop-up
• social call to action che attraverso i pulsanti o particolari widget invitano alla condivisione dei contenuti

https://www.insidemarketing.it/glossario/definizione/call-to-action/

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su telegram
Condividi su email

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sostieni questo progetto!

Con questo progetto voglio aiutare tutti i nuovi venditori, quelli con poca esperienza, a vendere meglio e di più. Per farlo però ho bisogno del sostegno di tutti e questa è la forma più sincera per manifestarlo. Attraverso il download di questo Ebook entri a far parte di una comunità che vuole crescere per numero, ma soprattutto per conoscenze. Perciò ti invito a leggere l’ebook, ascoltare i podcast e tenere viva questa comunità che ha bisogno di crescere e farsi conoscere.